30.12.2011

Collegamento internazionale per il premio Iofotoreporter
foto Patrizia Lo Conte

Tutto esaurito alla sala del trono del Palazzo del Duca per la serata di gala di consegna dei riconoscimenti del premio Senigallia-Io Fotoreporter 2011.  Aperta dall’assessore alla cultura Stefano Schiavoni e da Giorgio Pegoli, che dirige l'Agenzia fotografica Io fotoreporter, promotrice della manifestazione, la serata ha avuto  inizio con un collegamento in teleconferenza con il Cile, sponsorizzata dal Cidi.  Emozionante il collegamento perché il vincitore del premio fotogiornalistico senigalliese 2011, Simone Francescangeli  ha avuto in videoconferenza  la comunicazione dell’assegnazione del premio riservato annualmente ad un giovane fotoreporter, distintosi per la qualità della sua opera.

Testimonial della serata sono stati¬† Katiuscia Biondi, autrice del libro su Mario Giacomelli, recentemente edito da Il Sole 24 ore, con la prefazione di Achille Bonito Oliva e Lorenzo Cicconi Massi, autore del film su Mario Giacomelli, pubblicato nel decennale della scomparsa del famoso fotografo senigalliese ed edito da Contrasto. Simone Francescangeli¬† ha descritto¬† al pubblico del¬† palazzo del Duca¬† il suo attuale reportage in corso in Cile con i pescatori e i palombari della costa cilena. A Francescangeli il¬† premio io fotoreporter¬† di quest'anno √® stato assegnato vista la qualit√† delle suites fotografiche scattate in Africa e raccolte in un foto-libro, intitolato ‚ÄúSulle orme di una religione‚ÄĚ.¬†Giorgio Pegoli ha segnalato che Francescangeli aveva frequentato i workshop con grandi maestri, promossi da Senigallia Citt√† della fotografia e che¬† si era gi√† segnalato per suites fotografiche scattate a l'Aquila dopo il terremoto.

Molto interesse ha riscosso anche  la presentazione del libro di Giada Connestari sui ragazzi di strada di Bucarest, intitolato "Dimenticami, ormai tutto è spento", edito da Io Fotoreporter, i cui proventi andranno ad associazioni, che assistono i ragazzi rumeni. Nel libro della giovane fotoreporter senigalliese sono pubblicate le interviste e le foto dei ragazzi di Bucarest, che sono sopravvissuti alla drammatica esperienza dell'esistenza nelle fogne della capitale romena, dove si rifugiavano per sfuggire al freddo. Successo ha avuto anche la proiezione della slide del  fotografo bolognese Enrico Scuro, autore del libro, recentemente edito, sui ragazzi del 1977.

 Come a Scuro un riconoscimento del Premio Io fotoreporter è andato anche  al fotografo Gabriele Moroni, autore del libro sull’area di Chernobyl. Premiata è poi stata la rivista Nostos, per l'iniziativa della realizzazione di un reportage fotografico all'apertura della Biennale di Venezia 2011. I fotografi senigalliesi appositamente accreditati alla Biennale di Venezia sono stati Anna Mencaroni, Stefano Bascone, Patrizia Lo Conte, Alberto Polonara. La loro slide di fotografie relative all'apertura della Biennale di Venezia  è stata  accompagnata dalla musiche appositamente composte da Andrea Maraschi e Andrea Marcellini, che si sono esibiti in diretta e che sono stati lungamente applauditi. La serata si è conclusa con la consegna degli attestati di frequenza agli iscritti al corso di fotogiornalismo 2011 ed ai partecipanti al corso di formazione ed aggiornamento in storia e tecniche della fotografia.

 A ricevere gli attestati del corso base sono stati  Fabio Baldoni, Daila Battaglini, Davide Belardinelli, Rosa Bonanno, Debora Lisa Bonanno, Angela Maria Bosco, Dalmazio Magrini, Anna Mancini, Elisa Marchetti, Lucia Olivetti, Paolo Petrucci, Mauro Ricci, Patrizia Rognoli, Maria Luisa Rossetti, Marica Rotatori, Marisa Brunetti, Aurelia Rimondi, Andrea Lucani, Gilberto Cioci. Gli attestati del corso di formazione e aggiornamento sono stati  consegnati a Patrizia Lo Conte, Anna Mencaroni, Alberto Polonara, Stefano Bascone, Stefania Ronchini, Letizia Palazzesi, Federica Ruggeri, Carlo Cavalletti, Giovanni D’Eboli, Paolo Livieri, Roberto Franceschini, Enrico Bartozzi, Francesca Cenciarini, Roberto Grassi. Sabato prossimo al Musinf saranno consegnati gli attestati ai docenti del corso di fotogiornalismo Marco Mandolini, Alfonso Napolitano, Massimo Marchini, Walter Ferro. Per l’occasione si svolgerà al Musinf un incontro  per di  auguri per il 2012, cui prenderà parte anche l’assessore alla cultura Stefano schiavoni e verrà illustrato il programma dei nuovi corsi base di fotografia del Musinf, che prenderanno l’avvio in gennaio per i quali si potrà accedere gratuitamente, previa domanda di ammissione alla segreteria del  Musinf (tel 07160424). Il numero di ammessi sarà di trenta. Non sono richieste precedenti esperienze in quanto si tratta di un corso base.



GALLERY

« indietro


mostre

26.07.2014

Ecco il programma del workshop con Nino Migliori al Palazzetto Baviera
 

Appuntamento al Palazzetto del Duca per l'atteso workshop di fotografia sperimentale di Nino Migliori, una delle grandi firme della fotografia italiana. Si comincia alle 10 di sabato 27. Molte le richieste di partecipazione di fotografi da ogni parte...

continua »

mostre

24.07.2014

Arte concettuale superstar alla rocca roveresca: percorso espositivo sulle disseminazioni di Pino Pinelli
 

Molti applausi del pubblico per Pino Pinelli alla Rocca Roveresca per la lettura delle sue opere, che ha fatto, sala per sala, accompagnando il pubblico in una interessantissima visita  guidata, che è stata seguita da numerosi  fotografi del corso...

continua »